Recensioni

Una promessa segna per sempre

“La promessa” di Friedrich Dürrematt

Il vestito rosso. Il cestino. Il bosco e la nonna da andare a visitare. 

Il gigante. L’uomo nero.

Le favole che si scontrano con la vita vera. La bambina, però, in questo caso non viene salvata dal cacciatore e da quel delitto scaturisce un’indagine che tuttavia prende poche pagine rispetto al libro intero, perché questo libro non è un poliziesco o un giallo o una crime story, non solo almeno.

Questo romanzo sorprende di continuo, cambia spesso ritmo, la voce del narratore è forte e dentro la storia e, a un certo punto, si permette anche di rivolgersi a chi di questa storia scriverà e del finale che, secondo lei, un autore di giallo scriverebbe, finali scontati o consolatori, che però qui non trovano spazio. 

L’assassino viene arrestato, ma lui, il commissario Matthäi, non ci crede e non si arrende. Persevera andando contro tutto, contro quella verità consolatoria a cui tutti si sono conformati e così segna per sempre il suo destino. 

Un libro consigliato anche a chi non bazzica nel territorio dei gialli normalmente, un territorio in cui io mi sento sempre estranea, ma che può dare soddisfazioni anche chi non frequenta la narrativa di genere, basta scegliere bene o essere ben consigliati. Come in questo caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *