About me

Una nuova avventura

Un altro aprile è arrivato e un’altra sfida di scrittura con lui.

La prima volta che Arianna Ciancaleoni mi ha parlato del #CampNaNo ho pensato fosse pazza. Erano due anni e un paio di settimane fa. 
“50.000 parole in un mese, prova! È un camp, puoi anche impostare un po’ meno parole, vedrai che aiuta! Proviamo insieme?”
Non lo credevo possibile e invece l’ho fatto e da quell’esperienza è nato #ProfessionePendolare 40.000 parole in un mese preciso, scritto e ambientato ad aprile 2018, dal primo al 30, e pubblicato nell’autunno da Puntoacapo Editrice

Quindi ora, ogni volta che c’è, mi avventuro in questa sfida. Ha portato bene già una volta, mi ha portato #Cali e la sua vita.

Parto con un bagaglio di 12.000 parole stavolta, perché il progetto è già in corso, ma voglio finirlo, fortissimamente, e chissà che il 30 non ci sia una nuova bozza, grezza, ma completa…

Incrociate le dita per me 🤞🏻

Per maggiori info sul NaNoWriMo e il CampNaNo visitate il www.nanowrimo.org

EDIT 30 aprile 2020
Il primo aprile ero piena di speranza e di voglia di scrivere. Ho cercato di barcamenarmi tra quelle che sono le difficoltà di molti in questo periodo. 
Smart school. 
Smart working. 
Isolamento sociale. 
Perdita delle abitudini. 
Volete sapere se ho scritto? Sì. 
Sono state 50.000 parole?
No. Molte meno. 10 forse 15.000 ma non è il numero che conta. 
Quello che conta per me è provarci ogni anno, usare i camp e il NaNo vero e proprio per ricordarmi che voglio scrivere, che posso scrivere, che scrivere è quel che sento dentro e che la vita quotidiana, con i suoi mille up and down e le sue mille distrazioni, non potrà mai togliermi.
Non sempre avrò la costanza. Non sempre riuscirò a portare a termine i progetti che mi frullano per la testa. 
Ma scriverò. 
Scriverò ancora.
E poi scriverò. 
E poi scriverò. 

#NaNoWriMo #CampNaNo2020 #scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *